Seminario su “La storia” di Elsa Morante

Seminario su «La Storia» di Elsa Morante, 24-25 febbraio 2011, Università per Stranieri di Perugia

A circa quarant’anni dalla pubblicazione della Storia di Elsa Morante, Il Dipartimento di Culture Comparate dell’Università per Stranieri di Perugia e l’Associazione Mod (Società italiana per lo Studio della modernità letteraria) dedicano un Seminario di studi al romanzo, che ottenne grande successo presso i lettori ma suscitò polemiche e discussioni tra i critici. Ambientato a Roma durante la seconda guerra mondiale e negli anni immediatamente seguenti, La Storia, che allude attraverso il titolo al contrasto tra la violenza del potere dei pochi e il sacrificio inconsapevole dei molti, tra la macchina mondiale delle guerre e la tragedia di chi ne subisce le conseguenze, racconta di una donna, Ida Ramundo, madre in seguito allo stupro subìto da parte di un soldato tedesco. Lo stile realistico e insieme sapienziale del romanzo, i suoi contenuti scottanti fanno della Storia un libro di grande attualità, in una prospettiva non solo nazionale. Il Seminario organizzato nell’Università per Stranieri di Perugia contribuisce a ribadire, anche in ambito internazionale, il valore letterario e civile dell’opera narrativa di una scrittrice che appartiene al Canone del Novecento italiano e riapre la discussione su un romanzo la cui rilettura, oggi, appare giustificata anche alla luce dell’esigenza di memoria, di verità, di stile che la storia recente, non solo letteraria, impone a lettori, critici e scrittori.
Il 24 e 25 febbraio 2011 si incontreranno presso l’Università per Stranieri di Perugia studiosi provenienti da diverse città italiane (Alba Andreini, Università di Torino; Simona Costa, Università di Roma Tre; Giovanna Rosa, Università di Milano; Siriana Sgavicchia, Università per Stranieri di Perugia, Gianni Venturi, Università di Firenze; Giuliana Zagra, Biblioteca Nazionale di Roma). Oltre alle relazioni, sono previste comunicazioni di Alessandro Cinquegrani, Università Ca’ Foscari di Venezia; Norberto Cacciaglia, Università per Stranieri di Perugia; Floriana Calitti, Università per Straneri di Perugia; Lucia Dell’Aia, Università di Bari; Margherita Ganeri, Università della Calabria; Elena Porciani, Seconda Università di Napoli. Sarà presente il nipote della scrittrice, Daniele Morante.

Nata a Roma nel 1912, Elsa Morante, ha iniziato molto giovane a scrivere poesie e racconti, molti pubblicati in rivista già dagli anni Trenta. Il suo primo libro, Il Gioco Segreto (1941), raccoglie alcuni dei suoi racconti giovanili. Ha tradotto il diario di Katherine Mansfield, e, nel 1948, ha pubblicato il romanzo Menzogna e sortilegio, con il quale si è imposta all’attenzione della critica (il romanzo è stato tradotto negli Stati Uniti con il titolo House of Liars nel 1951). Con il successivo, L’isola di Arturo (1957), ha vinto il Premio Strega nel 1958 (dal romanzo è tratto l’omonimo film diretto da Damiano Damiani nel 1962). Nel 1958 è uscito il volumetto di poesie intitolato Alibi. Negli anni Sessanta ha pubblicato una seconda raccolta di racconti, Lo scialle andaluso (1963), i saggi d’intervento politico e letterario inclusi in Pro o contro la bomba atomica (1965) e i poemi di Il mondo salvato dai ragazzini (1968). La Storia (1974) è la sua opera di maggior successo (nel 1986 Luigi Comencini ne ha tratto un film interpretato da Claudia Cardinale). Nel 1982 ha pubblicato l’ultimo romanzo intitolato Aracoeli. È morta a Roma nel 1985.

Programma
Giovedì 24 febbraio, ore 15
Saluti
Stefania Giannini

(Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia)
Paola Bianchi De Vecchi
(Preside della Facoltà di Lingua e Cultura italiana)
Norberto Cacciaglia
(Direttore del Dipartimento di Culture comparate)
Fabio Danelon
(Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Comunicazione
della letteratura e della tradizione culturale italiana nel mondo)
Angelo R. Pupino
(Presidente della MOD – Società italiana per lo studio della modernità letteraria)
Relazioni
Presiede
Roberto Fedi
(Università per Stranieri di Perugia)
Simona Costa
(Università di Roma Tre)
Per un’epica novecentesca: Elsa Morante e la storia
Alba Andreini
(Università di Torino)
Nel laboratorio della «Storia»: notizie di primi scavi filologici
Siriana Sgavicchia
(Università per Stranieri di Perugia)
Fonti storiche e filosofiche dell’invenzione narrativa
Coffee break
Comunicazione
Presiede
Norberto Cacciaglia
(Università per Stranieri di Perugia)
Alessandro Cinquegrani
(Università Ca’ Foscari di Venezia)
Davide Segre e l’Anticristo
Margherita Ganeri
(Università della Calabria)
«La Storia» e le zone d’ombra tra narrazione e autobiografia
Floriana Calitti
(Università per Stranieri di Perugia)
Vita e storia: Pasolini “legge” Elsa Morante
Comunicazioni
Venerdì 25 febbraio, ore 9
Relazioni
Presiede
Giuseppe Langella
(Università Cattolica di Milano)
Giovanna Rosa
(Università di Milano)
Il paradosso della «Storia»
Gianni Venturi
(Università di Firenze)
«La Storia» e le storie infinite: affabulazione e verità nel romanzo di Elsa Morante
Giuliana Zagra
(Biblioteca Nazionale di Roma)
La genesi della «Storia» attraverso i manoscritti, i libri e
i documenti dell’Archivio Morante
Coffee break
Per un epistolario di Elsa Morante
Testimonianza di
Daniele Morante
Comunicazioni
Presiede
Fabio Danelon
(Università per Stranieri di Perugia)
Norberto Cacciaglia
(Università per Stranieri di Perugia)
La maternità trasgressiva nella «Storia»
Elena Porciani
(Seconda Università di Napoli)
Il sogno nella «Storia»
Monica Zanardo
(Università di Siena)
Tangenze micro e macroscopiche tra «La Storia»
e «L’Idiota» di Dostoevskij
Lucia Dell’Aia
(Università di Bari)
«La Storia» e l’affabulazione
Discussione
Nicola Merola
(Segretario della MOD –
Società italiana per lo studio della modernità letteraria)
Conclusioni

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Buongiorno!
    Io sono studiosa coreana in Corea del sud, che ha scritto la tesi del dottorato su Elsa Morante. Potrebbe mandarmi i dati relativi a questo seminario? Il mio e-mail: mondella@hanmail.net
    Il Titolo della tesi e’ <>
    Distinti saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *