Valentino Zaichen, ‘Casa di rieducazione’ & Video

Nello scaffale, ‘Casa di rieducazione’ di Valentino Zeichen
a cura di Luigia Sorrentino

Uscirà, prima di Natale, “Casa di rieducazione”, la nuova raccolta di poesie di Valentino Zeichen (che vediamo nella ‘storica’ foto di Dino Ignani)  collana Lo specchio Mondadori  (15 euro).

Uno Zeichen strepitoso e inedito che vi presento nuovamente in questo blog con alcuni dei testi che saranno contenuti nella raccolta mondadoriana.

Zeichen,  fin dal suo primo libro, Area di rigore  (Cooperativa Scrittori, 1974) ci ha sempre raccontato la sua visione della storia e dell’arte con ironia e estrosa eleganza. In questa nuova opera si presenta con un carattere meditativo più assorto.  Vari temi e personaggi entrano nella sua “Casa di rieducazione”,  primo fra tutti Dario Bellezza, amico e poeta forse oggi troppo dimenticato.

Vi consiglio di vedere il video – divertentissimo, catturato da youtube – dove Zeichen legge con una cifra parodico-burlesca La mattanza della bellezza contenuta nella nuova raccolta. Buon divertimento!

BALIE DEL DOLORE

Un nuovo genere letterario
dilaga verosimile,
come le banconote false
è entrato in circolazione
per opera delle poetesse
sommamente dolenti,
sofferenti per procura.
Oggetto del loro dolore
sono le sventure capitate
alle eteree poetesse russe
del primo Novecento; quelle
tipo Cvetaeva e Achmatova,
deliziate dalle angherie di Stalin.
Queste prefiche italiche cadono
in un oscuro paradosso:
comuniste in buona fede,
ma “politicamente corrette”
biasimano pacatamente
gli orrori dello stalinismo.

LAMPO, PENDOLARE MONUMENTALE

Anche dopo la morte del suo padrone
ha seguitato a fare la spola
tra Cecina e Campiglia Marittima;
prendevano il treno al mattino
e rientravano con quello serale.
La fedeltà lo ha scolpito
in duplice monumento.
Rossiccio, pare fatto d’argilla
guardiano di tombe etrusche.
Cosa ci fa in posa quel facsimile cane
con quella simpatica facciatosta
alla stazione F.S. Di cecina’
comparendo al contempo
in quella di Campiglia Marittima?
Assai caro alle due cittadinanze.
Imperturbabile ai molto richiami
sa che “E’ vietato attraversare i binari”.

L’AMICO POETA

Giuseppe Conte, l’amico poeta,
s’è rinchiuso a Nizza
in ermetica avarizia.
E sebbene la sua anima
sia araldizzata nel Gotha
dell’aristocrazia animale,
non mi fa pervenire neanche
un nobile segnale.
Ma dove si accendono i bengala
del suo spirito luminescente?
Ma in Costa Azzurra
dove è consuetudine
fare fuochi d’artificio;
là spicca tra i lampi
la sua Turis Eburnea.

A MIREILLE

A ogni inizio d’anno nuovo
per scaramanzia
le metto sempre
un calendario nella valigia
affinchè abbia un richiamo
di giorni futuri

LA MATTANZA DELLA BELLEZZA

All’avvistamento della Bellezza
appena una polena che fende l’onda,
e all’istante sull’occhio critico
cala la benda nera del pirata
affilata cortellessa tra i denti
e inizia l’allegra mattanza
della sirena nella tonnara.
Ma in ambito letterario
l’innominato pratica il volontariato!
E rianima sperimentalisti smorti.

Immagine anteprima YouTube
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Su Balie del dolore. Divertente.
    Ma chi sono codeste fanciulle?
    Su Zeichen. In balia di Marziale o Giovenale che sia?
    Su Mattanza della Bellezza non l’ho capita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *