A Roma, nella notte dei musei i Canti di Tagore

Sabato 19 maggio, ore 21.00, alla Galleria Nazionale d’arte Moderna di Roma, Sala del Mito (Viale delle Belle Arti 131) in occasione della Notte dei Musei, verranno lette alcune poesie di Rabindranath Tagore, di recente tradotte in italiano e raccolte nell’antologia di canzoni dal titolo Arcobaleno curata da Mario Prayer e Giulia Gatti. Introducono Maria Giuseppina Di Monte e Mario Prayer. Recitazione: Bartolomeo Giusti.

L’evento è a cura di Maria Giuseppina Di Monte con Chiara Cottone e Sofia Federici.


I canti di Tagore

In occasione della mostra dei dipinti di Rabindranath Tagore “The Last Harvest” e in concomitanza
con la Notte dei Musei, si terrà alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna una lettura dei testi di quattordici canzoni del poeta indiano, tradotti dalla lingua bengali da Mario Prayer e Giulia Gatti (Arcobaleno, Indo-Hispanic Society, Kolkata, India, 2012). I canti di Tagore costituiscono un grande ciclo di composizioni poetiche e musicali paragonabili, per importanza e bellezza, ai Lieder europei, ma in Italia sono pressoché sconosciuti.

Dai curatori vengono associati ai sette colori dell’iride, a seconda del sentimento prevalente (rosso e arancione per l’amore profano e sacro, giallo per l’impegno civile e politico, verde per il senso della natura, indaco per la riflessione sulla condizione umana, azzurro per la ricerca di un inconoscibile divinum, violetto per una vasta e serena visione dell’universo).

Mario Prayer, docente di Storia dell’India e di Lingua e Traduzione Bengali alla “Sapienza” Università di Roma, introdurrà le letture. Seguirà una presentazione dei singoli canti, accompagnati dalle musiche originali. La recitazione in italiano è affidata a Bartolomeo Giusti.

L’evento si svolge sotto il patrocinio dell’Ambasciata dell’India in Italia e dell’Associazione Italia-
India.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Pingback: A Roma, nella notte dei musei i Canti di Tagore : Poesia, di Luigia … | Made in India

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *