Dalla vita degli oggetti, di Adam Zagajewski

I versi contenuti in questa prima antologia italiana di poesie di Adam Zagajewski pubblicati da Adelphi colgono la contraddizione della natura umana. Non a caso Czesław Miłosz che Zagajeski ben conosceva scriveva della sua poesia: «La sua è una tessitura in cui fiori, alberi e uomini convivono in un’unica scena. Ma questo mondo ricreato dall’arte non è un luogo di fuga, al contrario è in relazione con la cruda realtà di questo secolo».

La poesia “Guardando la «shoah» in una stanza d’albergo, in America” è di una verità struggente: […] “siamo innocenti, dichiaravano gli abeti” […] , scrive Zagajewski. Le SS nella poesia si trasformano in fragili vecchi a cui qualcuno doveva salvare ‘cuore, vita, coscienza’. Ma era già tardi, scrive il poeta . Era già qui l’ora insidiosa del sonno.  L’umanità si nutre di indifferenza e di solitudine. E Zagajewski si rifugia nel «fervore» dei versi: […] “Ero sempre più assonnato e innocente” […], scrive nella stessa poesia. Happy Birthday to you, il mondo canta mentre si compie nel silenzio più assoluto, la catastrofe, la Shoah, appunto, con “le scarpe di Auschwitz” che formano “una piramide alta/ fino al cielo”.
(Luigia Sorrentino)

Qui sotto due stralci della lunga video-intervista a Adam Zagajewski di Luigia Sorrentino.

Prima parte

http://www.rainews24.rai.it/ran24/clips/2011/09/zagajewski_1.mp4

Seconda parte

http://www.rainews24.rai.it/ran24/clips/2011/09/zagajewski_2.mp4
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti (2)

  1. come mi sarebbe piaciuto essere li a sentire da vicino
    brava luigia
    m’inviteresti una volta ad assistere come tuo aiuto a queste video interviste?
    un caro saluto
    c.

  2. Caro Carmine,
    certo che mi piacerebbe averti con me, ma ‘virtualmente’ siamo vicini. Nel momento esatto in cui tu vedi l’intervista sul web praticamente sei lì con me, in quella dimensione? Sì, in quella dimensione.
    Ciao
    Luigia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *