I Dialoghi di Trani 2014


merini-dialoghi 2014 copia[1]Ai Dialoghi di Trani, il Futuro è nell’aria

Dal 23 al 28 settembre, al Castello Svevo di Trani, scrittori, filosofi e giornalisti si incontrano per dialogare e provare a tracciare insieme una mappa ideale del futuro. Sulle sfide che attendono il “mondo liquido” discuteranno, tra gli altri, Zygmunt Bauman, Remo Bodei, Roberto Napoletano, Alan Friedman, Marco Travaglio, Vittorio Gregotti, Sandra Bonsanti, Marino Sinibaldi, Piero Dorfles, l’astronauta Umberto Guidoni e lo stilista Ennio Capasa.

Nel mondo globalizzato e interdipendente, è sempre più complicato uscire dal guscio confortevole della realtà virtuale, per descrivere il “Futuro”, oltrepassando i confini di un eterno presente, abitato da una società digitale fatta di follower più che di interlocutori, ossequiosi alla “religione-morale” della velocità.

In un’epoca dominata dalla dissoluzione dei legami sociali e dalla crisi dei confini nazionali, rimettere al centro della riflessione l’impegno e la profondità del dialogo, inteso come confronto tra persone di diverso orientamento e provenienza, è l’obiettivo del Festival culturale de “I Dialoghi di Trani, in programma dal 23 al 28 settembre 2014, presso il Castello Svevo di Trani.

La XIII edizione dei “Dialoghi di Trani”, tra i più importanti festival culturali della Puglia e del Mezzogiorno, promosso e organizzato dall’Associazione culturale “La Maria del Porto” con l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e con il Comune di Trani, darà voce ad alcuni tra i principali protagonisti della scena culturale, politica ed economica internazionale, per contribuire a tracciare una mappa ideale del futuro, cercando di interpretare bisogni, desideri, paure e speranze…

Ad immaginare e provocare queste riflessioni sul FUTURO, tema della nuova edizione dei Dialoghi di Trani, ci saranno, oltre al sociologo della «modernità liquida», Zygmunt Bauman, il filosofo Remo Bodei, la sociologa polacca Aleksandra Kania, l’architetto e designer Vittorio Gregotti, giornalisti e scrittori come: Alan Friedman, Marco Travaglio, Christian Raimo, Sandra Bonsanti, Michela Murgia, Alessandro Bergonzoni, Marino Sinibaldi, Piero Dorfles, Cristina Battocletti, Nicolò Carnimeo, Pietro Del Soldà; il latinista e filologo classico Lugi Miraglia, il filosofo ed epistemologo Telmo Pievani, il teologo Josè Maria Castillo, l’urbanista gallese Jane Thompson e l’archeologo Giuliano Volpe,e l’astronauta Umberto Guidoni.

Foto cortile sera 3 - 300dpi[1]Inoltre lo stilista e designer Ennio Capasa sarà ospite mercoledì 24 settembre della serata inaugurale presso la Terrazza del Resort Maré a Trani, dove presenterà il suo nuovo libro “Un mondo nuovo”.

Grande attesa anche per la partecipazione dell’architetto e designer Vittorio Gregotti, che sabato 27 settembre nel cortile del Castello presenterà in esclusiva ai Dialoghi e in anteprima nazionale il suo nuovo saggio, “ll possibile necessario”, edito da Bompiani.

Sul futuro del lavoro e dell’economia in Italia, con il Direttore del Sole 24 Ore, Roberto Napoletano, discuteranno anche l’imprenditore Oscar Farinetti e il giornalista di Radio Uno Giorgio Zanchini. Di scelte responsabili ed etiche in economia, parlerà invece suor Giuliana Galli nel dialogo con Guido Maria Brera, finanziere di successo e autore di un libro che «racconta la finanza dalla sua scatola nera».

Sul futuro della scienza e sulle prospettive della ricerca per il futuro, la virologa e parlamentare Ilaria Capua dialogherà con lo scrittore Marco Malvaldi, mentre uno dei più importanti traduttori e divulgatori scientifici italiani, Giuseppe O. Longo, illustrerà nuove frontiere e metodi nella ricerca e nella scienza.

Su narrazioni di paesaggi e visioni urbane, si confronteranno il “paesologo” Franco Arminio e l’architetto gallese Jane Thompson; mentre a fare il punto sull’antimafia e ricostruire intrecci e nuove alleanze di potere, saranno la giornalista Sandra Bonsanti, l’ex magistrato Gian Carlo Caselli e il sociologo Nando dalla Chiesa, presidente onorario dell’Associazione Libera.

Non solo meditazioni, presentazione di libri, confronto con gli autori sulla sostenibilità del nostro modello di vita e sviluppo, ma anche suggestioni dal sapore mediterraneo, con percorsi guidati su itinerari storico-artistici tra gli incantevoli vicoli del quartiere ebraico o lungo il porto di Trani, dove spicca la monumentale Cattedrale romanica affacciata sul mare. Infine spettacoli, due rassegne cinematografiche curate dal Circolo del cinema “Dino Risi” e dall’associazione culturale “7° piano e mezzo” e incontri sul cinema a cura di Apulia Film Commission, partner della manifestazione.

Foto_cortile_giorno_300dpi[1]Il Futuro ai Dialoghi parlerà anche il linguaggio dei più piccoli attraverso i nuovi media digitali. Ritorna l’appuntamento con DIALOKIDS, un cartellone di iniziative interamente pensato per coinvolgere attivamente i lettori più giovani in laboratori di educazione digitale, imparando a creare e raccontare storie su tablet, e inventare App e videogiochi.

I Dialoghi di Trani, oltre al sigillo della città di Trani e il premio Gutenberg per l’edizione 2013, hanno ricevuto nel 2009 il Premio per la migliore manifestazione di promozione del libro e della lettura di rilevanza nazionale, conferito dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, Centro per il libro e la lettura, diventando uno dei più importanti eventi culturali del Sud Italia, seguitissimo da un pubblico di lettori appassionati e dalla stampa nazionale.

Per informazioni sul Festival: www.idialoghiditrani.com

Ufficio Stampa Nazionale “I Dialoghi di Trani”
Fabio Dell’Olio

E-mail: uff.stampa@idialoghiditrani.com
Facebook: https://twitter.com/dialoghiditrani
Twitter: https://twitter.com/dialoghiditrani

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *