Daniele Campanari & Milo De Angelis

 

millimetri_deangelisUn poeta legge un poeta
a cura di
Luigia Sorrentino
_

I versi di Milo De Angelis, non solo quelli che ho scelto in questa occasione, hanno l’abile capacità di raccontare con semplicità i fatti quotidiani. Dagli spunti di una stazione, come accade in ‘Sono ancora loro’, alla dedica per un amore andato o venuto. Tutto si estende nel ritmo giusto della poesia. È così che ‘uno, esile, diventa ruggine / squarciagola… ‘. Leggendo.”

Daniele Campanari

___

Sono ancora loro

*

Sono ancora loro
barbari dallo smisurato orgoglio,
e la seconda volta
sposa polline e ragnatele. Ormai
ogni sentiero annuncia
una cascina, frutta sulla tovaglia
e unghie che scavano
qui, dove l’estate
ha soltanto un suono: “ero
guarda bene, ero io”.
Il cucchiaio
batte sui segnatempo e un’intera stazione
scruta la sua sala d’aspetto,
finché mezzogiorno si sparge
nel chilometro
intuito dalla scorsa mente.
Poi fanno ressa
sulle pale del mulino
e uno, esile, diventa ruggine
squarciagola: vorrà
ogni minuto, farà acrobazie.

*

Da: “Millimetri” di Milo De Angelis, Einaudi, 1983 (Prima Edizione); Il Saggiatore (Seconda Edizione), 2013.

__

Milo De Angelis è nato nel 1951 a Milano, dove insegna in un carcere di massima sicurezza. Ha pubblicato “Somiglianze” (Guanda, 1976); “Millimetri” (Einaudi, 1983); “Terra del viso” (Mondadori, 1985); “Distante un padre” (Mondadori, 1989); “Biografia sommaria” (Mondadori, 1999); “Tema dell’addio” (Mondadori, 2005), “Quell’andarsene nel buio dei cortili” (Mondadori, 2010). Ha scritto un racconto fiabesco (“La corsa dei mantelli”, Guanda, 1979, ristampato da Marcos y Marcos nel 2011) e un volume di saggi (“Poesia e destino”, Cappelli, 1982). Ha tradotto dal francese e dalle lingue classiche: Racine, Baudelaire, Blanchot, Eschilo, Lucrezio, Antologia Palatina. Nel 2008, presso La Vita Felice, è uscito “Colloqui sulla poesia”, dove appaiono le sue principali interviste, a cura di Isabella Vincentini. Nello stesso anno viene pubblicato un volume che raccoglie tutta la sua opera in versi (Poesie, Oscar Mondadori, a cura di Eraldo Affinati).

__

Daniele Campanari è nato a Latina nel 1988. Ha pubblicato i libri di poesia “Giocatore di whisky Bevitore di poker” (Lettere Animate – 2012; prefazione di Davide Rondoni) e “In guerra non ci sono mai stato” (Lettere Animate – 2014; prefazione di Paolo Di Paolo e Nicola Bultrini). Alcuni suoi versi sono apparsi sul blog “Poesia” di RaiNews diretto da Luigia Sorrentino. È speaker radiofonico per RadioLuna (Latina), attore, doppiatore e giornalista.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *