Conversazione con Avinoam Shalem

 

avionam_shalemAmerican Academy in RomeAvinoam Shalem Passaggi: i primi viaggi di Meyer e l’idea di un Mediterraneo unito
__
Giovedì 10 dicembre 2015, ore 18,00 Biblioteca Hertziana, Villino Stroganoff, Via Gregoriana, 22, Roma.

Nel mese di luglio del 1926, mentre era impegnato nella raccolta dei materiali per la sua tesi di dottorato sulle sculture romaniche dell’abbazia francese di Moissac, il non ancora ventiduenne Meyer Shapiro intraprese un viaggio lungo le sponde del Mediterraneo. Fissata in Parigi la base da cui partire per i suoi vari itinerari, Shapiro esplorò quello che durante il Medioevo fu un mondo unito, toccando in quindici mesi la Francia meridionale, la Spagna, l’Italia, la Grecia, l’Egitto, la Palestina, il Libano e la Turchia. Per terra e per mare Shapiro stava seguendo i percorsi battuti dai pellegrini medievali. Tuttavia, in effetti, stava anche attraversando i confini che separavano campi di ricerca e discipline appartenenti a storie dell’arte e regionali distinte. In una delle lettere indirizzate alla fidanzata affermava: «Mi interessa tutto … lo spazio mi appare diverso, e il mondo intero più accessibile».

Questa conferenza si dedicherà ai disegni realizzati da Shapiro nel Mediterraneo orientale. Questi disegni illustrano molto bene il suo particolare sguardo analitico e ciò su cui si concentrava il suo interesse.

Ancora di più, lasciano intendere il mutamento profondo del pensiero che avvenne nel corso di questi viaggi: un mutamento che sarebbe restato per Shapiro una fonte d’ispirazione nei successivi decenni di ricerche.
____

Avinoam Shalem è in residenza presso l’American Academy per l’autunno 2015 ed è Professore di storia dell’arte islamica presso la Columbia University di New York.

La conferenza sarà in lingua inglese ed è organizzata in collaborazione con la Bibliotheca Hertziana – Istituto Max Planck per la storia dell’arte, e con il progetto Visual Studies – Rome Network (ViStuRN).

I visitatori dell’American Academy in Rome sono pregati di mostrare un documento d’identità all’ingresso. Non è possibile accedere con bagagli o zaini di dimensioni superiori a cm 40 x 35 x 15. Non sono disponibili armadietti nè guardaroba.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *