Martina Campi, “La saggezza dei corpi”

cover_campiMartina Campi è nata a Verona nel 1978. Vive a Bologna dove ha studiato e si è laureata in Scienze della Comunicazione. In poesia ha pubblicato: “Estensioni del tempo” (Edizioni Le Voci della Luna Poesia, 2012), “Cotone”, (Buonesiepi Libri, 2014). L’estratto che segue è tratto dal suo ultimo libro di poesia:  “La saggezza del corpo” (L’Arcolaio, 2015).

Autrice e performer, ha fondato con il compositore e musicista Mario Sbaorina un progetto di musica e poesia “Memorie del SottoSuono”. Collabora con diverse realtà poetiche, tra le quali “Letteratura Necessaria” e il festival multimediale “Letteratura Bologna in Lettere”. Fa parte del Comitato Poeti di Pordenonelegge. 
ESTRATTO

DA “La saggezza dei corpi” di Martina Campi, L’arcolaio, 2015

___

Giorno #7
– Senza azione, la verità non serve a niente – *

[…]

II

mentre parlavi
mi inondava un pianto verde
come se il cuore non fosse
più il mio

(io e tutte le mie paure)
ce ne torniamo a casa
con la commozione in sommossa
a fissare il panorama che scorre

tutti i piani per ricominciare
i passi della quadriglia
i dialoghi delle sceneggiature
i tappeti rovesciati all’in giù

l’orizzonte basso e lontanissimo
di tanti verdi
diversi che si toccano
e il vento caldo entra dai finestrini

il cuore in gola
l’ascia a deporre
immagini da uno spazio
che s’avvicina

e le domande
che ritornano
e si fanno silenzio
che ci unisce
___
* A. Jodorowsky: “I vangeli per guarire” (Ed. Oscar Mondadori, pag 218.

Condividi
  • 66
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *