Franca Alaimo, “Traslochi”

franca_alaimoDA: TRASLOCHI, LIETOCOLLE 2016
(Prefazione di Roberto Pazzi)

Separati in casa

Mi separa da lui un muro così sottile
che il suo respiro giunge nel mio orecchio
come il ronzio ostinato di un insetto.
Lui dorme con la testa rivolta a Occidente
e nascono dall’osso della sua fronte
le ombre del tramonto che come teli viola
coprono a lutto anche le fondamenta.
Io scruto con occhi insonni il Settentrione
e la sua stella colma di tempesta.
Talvolta, al principio del mattino,
s’incrociano i nostri passi sulla soglia,
ma più si fanno i nostri corpi vicini
più le lingue s’inceppano sopra i sassolini
gettati di traverso dall’Orgoglio.

franca-alaimo-traslochi-copertinapiattaInformazioni sull’autrice

Franca Alaimo è nata nel 1947 a Palermo dove vive. Ha scritto una quindicina di libri di poesie. Con il romanzo breve L’uomo dell’incoronazione Serarcangeli, ha esordito nella narrativa. E’ autrice di saggi sulla poesia di numerosi autori.

Cosa dice di sé

“amo tutto ciò che è bello: l’arte, la natura, le cose dello spirito. molti dolori hanno attraversato la mia vita, ma sono stati proprio essi a concimare il terreno della mia anima e a dare linfa alla mia scrittura poetica. del resto concepisco la vita come un’esperienza che si fa sia attraverso gli eventi negativi che quelli positivi. ritengo, tuttavia, che il nucleo più profondo sia fatto solo di gioia pura, proprio perché reca in sè l’impronta del divino. ho già compiuto i miei 63 anni, ma non smetto di condividere con la altre creature lo stupore per la vita e di interrogarmi sul mistero”.

Franca Alaimo

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *