Filippo Davoli, Da “Il viaggio di Poesia”

Filippo Davoli (foto d’archivio)

Per noi randagi piove sempre una notte
opportuna, un’occasione di scavi
nella memoria delle campagne,
una possibilità di voce. Le parole

escono da una stiva segreta
quando le stelle se le porta lo scirocco
e l’erba tumultua oltre il motore dell’auto.
Spegni dunque i tuoi fari, concedi

alla fronte uno spicchio d’aria lunare.
Che il mare qui è un oceano d’occhi che spiano,
un caldo fuori stagione che preme e chiama.
La carta trema tra le nostre mani, la debolezza

e spinge a un silenzio che è sguardo e fuoco
e luminosa è l’attesa.

 

Filippo Davoli, Poesie (1986-2016) Transeuropa Edizioni, 2018

Con il titolo di “Poesie” viene antologizzato il meglio dell’opera (1986 – 2016) di Filippo Davoli, una delle voci più significative del panorama poetico contemporaneo.

L’operazione ha il merito di sanare la difficile reperibilità dei titoli dell’autore.
Il libro contiene anche un vasto ed esauriente repertorio bibliografico, ed è introdotto da Massimo Morasso.

___

Filippo Davoli è nato a Fermo nel 1965, ma vive e lavora a Macerata.
Fra le sue pubblicazioni di poesia: Alla luce della luce (1996); Un vizio di scrittura(1998); Una bellissima storia (2000); Padano piceno (2003); Gli incendi (2008); Come all’origine dell’aria (L’arcolaio, 2010), La luce, a volte (Liberilibri, 2016).
Ha inoltre pubblicato “14 solitari” in 7 poeti del Premio Montale (Crocetti, 2002). È inserito in antologie come La poesia delle Marche. Il Novecento, a cura di Guido Garufi (Il Lavoro editoriale, 1998); Il pensiero dominante (Garzanti, 2001); La voce che ci parla. Antologia di poesia europea contemporanea, a cura di Alberto Cappi (Mantova, 2005); Trent’anni di poesia italiana e dintorni, a cura di Alberto Bertoni (Book, 2005). Ha diretto fino all’ultimo numero la rivista «Ciminiera», è tradotto e pubblicato in Francia a cura di Daniel Bellucci (Filippo Davoli, Cinquante poesies, Editions Bénévent, 2007).

Condividi
  • 84
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *