Fetivaletteratura, Daria Menicanti

Festivaletteratura 2011
a cura di Luigia Sorrentino

Festivaletteratura di Mantova (dal 7 all’11 settembre 2011).
Omaggio a Daria Menicanti “La parola in cui abbiamo creduto con Matteo Mario Vecchio, Tiziano Rossi e Daniele Piccini. Venerdi 9 settembre, alle 10:00, Sagrestia di San Barnaba, (euro 4.50)

Nata a Piacenza nel 1914, Daria Menicanti si trasferisce a Milano dove si laurea con Antonio Banfi, con una tesi dedicata a John Keats. L’impronta dell’innovativa cultura dalla cifra europea ricevuta negli anni Trenta presso l’Università di Milano emerge dalla poliedrica attività della Menicanti: è poetessa secondo modi inclini alla riflessione filosofica (tra le sue raccolte ricordiamo ‘Città come’; ‘Poesie per un passante’; ‘Ultimo quarto’; traduttrice, rivolge la propria attenzione verso le contemporanee letterature straniere. A connotare la sua scrittura e a distanziarla da altre esperienze coeve è la lucidità, che si rivela anche a livello tecnico. Poesia che, pur apparentemente distante rispetto alla temperie storica e politica, intende dare ascolto a tutta la realtà, animali e piante compresi.

A ricordarla, insieme a Daniele Piccini, intervengono il poeta Tiziano Rossi e l’italianista Matteo Maria Vecchio. Letture a cura di Cristina Cazzola.

 

Matteo Mario Vecchio è dottore di ricerca in Italianistica presso l’Università di Firenze, Université Paris-Sorbonne (Paris IV) e Universität Bonn. Ha collaborato con “Fronesis”, “Italian Poetry Review”, “l’immaginazione”, “Materiali di Estetica”, “Otto/Novecento”, “Paragone Letteratura”, “Poesia”, “Rivista di storia della filosofia”, “Studi Italiani”. Del volume “Antonia Pozzi. Diari e altri scritti” (Milano, Viennepierre, 2008) ha curato la nota biografica, l’apparato critico e la postfazione; per sua cura è l’edizione critica della tesi di laurea di Antonia Pozzi, in preparazione presso Ananke, Torino; per Giuliano Ladolfi Editore ha curato nel 2011 “La vita è un dito”, antologia poetica di Daria Menicanti.

Bibliografia sintetica
Annina De Toma, “Poesie e altri scritti (1919-1979). Entro il silenzio delle fonde valli”, a cura di Matteo Mario Vecchio, Editoriale Magenta, 2006
Daria Menicanti, “La vita è un dito”, a cura di Matteo Mario Vecchio, Landolfi, 2011

Tiziano Rossi, nato a Milano nel 1935, poeta, è figura tra le più rappresentative della sua generazione. Lavora nell’editoria e ha collaborato con diverse testate giornalistiche e con importanti riviste letterarie pubblicando articoli di argomento linguistico. La sua poesia è caratterizzata dall’esperienza del reale, sorretta da una forte esigenza etica. Autore tra i più raffinati e originali di una scuola milanese che si è imposta a partire dagli anni Sessanta, con l’esempio di un maestro come Vittorio Sereni e la presenza di figure dominanti come Giovanni Raboni, Giovanni Giudici, Giancarlo Majorino, ha esordito nel 1968 pubblicando “La talpa imperfetta” nella collana mondadoriana “Il Tornasole”. Le sue opere successive (tra cui “Miele e no”, “Pare che il paradiso” e “Gente di corsa”, Premio Viareggio) sono state in prevalenza pubblicate da Garzanti, editore presso il quale ha raccolto anche “Tutte le poesie (1963-2000)” nella collana degli “Elefanti”. In ambito filologico ha pubblicato “Il Codice parigino latino 788.1. Iliade di Omero tradotta in latino da Leonzio Pilato con le postille di Francesco Petrarca”, (Malavasi 2003. Ha curato con Ermanno Krumm un’antologia della “Poesia italiana del ‘900” (1995) ed è presente nell’antologia “Poeti italiani del secondo Novecento” curata da Cucchi e Giovanardi per i “Meridiani”.

Bibliografia sintetica
“La talpa imperfetta”, Mondadori, 1968
“Dallo sdrucciolare al rialzarsi”, Guanda, 1976
“Quasi costellazione”, Società di poesia, 1982
“Miele e no”, Garzanti, 1988
“Il movimento dell’adagio”, Garzanti, 1993
“Musica e altro”, En plein, 1996
“Poesia italiana del Novecento”, a cura di Ermanno Krumm e Tiziano Rossi, Skira, 1997
“Pare che il paradiso”, Garzanti, 1998
“Gente di corsa”, Garzanti, 2000
“Tutte le poesie (1963-2000)”, Garzanti, 2003 (2010)
“Il Codice parigino latino 788.1. Iliade di Omero tradotta in latino da Leonzio Pilato con le postille di Francesco Petrarca”, Malavasi, 2003
“Controvento”, con illustrazioni di Vanni Rossi, Il faggio, 2005
“Cronaca perduta”, Mondadori, 2006
“Faccende laterali”, Garzanti, 2009
“Vanni Rossi (1894-1973). Una pittura di identità tra arte e vita”, a cura di Tizizno Rossi e Giorgio Seveso, Corponove, 2009

 —

Daniele Piccini è nato nel 1972 a Città di Castello e vive tra Sansepolcro e Milano. Poeta e critico letterario si occupa in chiave filologica di poesia italiana del Trecento mentre la sua riflessione critica ha invece riguardato la poesia del novecento, collabora con l’Università Cattolica di Milano e insegna presso la Seconda Università degli Studi di Napoli – Facoltà di Lettere e Filosofia. Scrive su “Poesia” di Crocetti, “Famiglia Cristiana” e “Avvenire”. Ha pubblicato i seguenti libri di poesia: “Terra dei voti” (2003); “Canzoniere scritto solo per amore” (2005); “Altra stagione” (2006). Tra i suoi lavori di critica: “La poesia italiana dal 1960 a oggi” (2005), “La Poesia Italiana dal 1960 ad oggi” (BUR-Rizzoli, 2006), “Le Poesie che hanno cambiato il mondo” (2007), “Letteratura come desiderio” (2008).

Bibliografia sintetica
“Con rigore e passione. Viaggio fra le letture del nostro tempo”, I quaderni del Battello ebbro, 2001
“Di nascita e morte”, Lietocollelibri, 2002
“Terra dei voti”, Crocetti Editore, 2003
“Canzoniere scritto solo per amore”, Jaca Book, 2005
“La poesia italiana dal 1960 a oggi”, a cura di Daniele Piccini, BUR-Rizzoli, 2005
“Altra stagione”, Aragno, 2006
“Le poesie che hanno cambiato il mondo”, a cura di Daniele Piccini, BUR-Rizzoli, 2007
“Versi da ridere. Poesie comiche italiane”, a cura di Daniele Piccini, Il Saggiatore, 2007
“Come dirsi addio. Versi oltre la fine dell’amore”, a cura di Daniele Piccini, Bur, 2008
“Letteratura come desiderio. Studi sulla tradizione della poesia italiana” , Moretti & Vitali, 2008

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *