La casa editrice Guanda compie 80 anni

Appuntamenti
a cura di Luigia Sorrentino

Un almanacco speciale, convegni, letture, conferenze e una mostra per festeggiare la casa editrice Guanda che nel 2012 compie 80 anni. Per questo anniversario verrà pubblicato in maggio un numero speciale dell’Almanacco Guanda, curato da Ranieri Polese, dal titolo “Fare libri. Come cambia il mestiere
dell’editore”.

Il volume conterrà, tra l’altro, interventi di molti editori stranieri e italiani. Anche al Salone del Libro di Torino, a maggio, verrà ricordata la casa editrice fondata da Ugo Guanda a Parma nel 1932. Nel capoluogo piemontese si terrà un reading della grande poesia del Novecento attraverso gli autori presenti nel catalogo Guanda. A festeggiare la ricorrenza vi saranno poi al Salone di Torino autori stranieri come Luis Sepulveda, Almudena Grandes e Javier Cercas.

A Parma verrà inaugurata una mostra di disegni e copertine di Guido Scarabottolo e si terrà un incontro sul rapporto tra editore e autore.

Fin dall’inizio Guanda si distinse per una linea editoriale originale e innovativa, rispecchiata in un catalogo che offriva al lettore italiano la migliore poesia europea e italiana del tempo, autori cruciali del Novecento, esponenti delle correnti più vive del pensiero moderno. Le caratteristiche di casa editrice attenta al nuovo si sono mantenute nel periodo successivo alla scomparsa del fondatore, per riaffermarsi con particolare energia dal 1986, dopo l’acquisizione da parte della Longanesi.

La casa editrice nel corso degli anni ha confermato una precisa vocazione: la scoperta e la valorizzazione di nuovi scrittori. Dall’esplosione della narrativa latinoamericana all’eccezionale fioritura irlandese, dal nuovo romanzo americano alla nuova generazione di narratori italiani, dalla new fiction inglese alla chemical generation: la Guanda, diretta da Luigi Brioschi, (nella foto) offre un ampio catalogo internazionale di qualità.

Tra gli autori: Roddy Doyle, Nick Hornby, Joseph O’Connor, Anne Tyler, John Banville, Irvine Welsh, Catherine Dunne, Jonathan Safran Foer, Adam Thirlwell, Gary Shteyngart, Nicole Krauss, Arundhati Roy, Jhumpa Lahiri, Luis Sepu’lveda, Almudena Grandes, Javier Cercas, Alain de Botton, Marie Darrieussecq.

Tra gli italiani: Bruno Arpaia, Paola Mastrocola, Marco Vichi, Gianni Biondillo, Gianluca Morozzi, Marco Missiroli, Alessandro Banda, Andrea Fazioli.

Nel 2005 la casa editrice Guanda è entrata a far parte del Gruppo Gems. Nel 2007 Luigi Brioschi (nella foto), presidente dal 1999, ne diventa socio.

Ugo Guanda (il vero cognome era Guandalini). – Editore italiano (Modena 1905 – Parma 1971); nel 1932 fondò a Modena una casa editrice (trasferita a Parma nel 1936), che per il suo programma culturale fu avversata dal regime fascista. Nella collezione Problemi d’oggi figurano opere di E. Buonaiuti, A. Tilgher, P. Martinetti, G. Renzi, G. A. Borgese, J. Maritain, ecc. Particolare attenzione ha sempre dedicato alla poesia con le collane La Fenice e La piccola Fenice. Si deve a G. la scoperta di alcuni lirici italiani e la traduzione di molti poeti stranieri del Novecento (García Lorca, T. S. Eliot, W. H. Auden, E. Pound, D. Thomas, P. Neruda, ecc.). (Fonte Treccani)

http://www.treccani.it/enciclopedia/ugo-guanda/

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Come traduttrice per Guanda, partecipo con gioia all’anniversario della casa editrice, che si distingue ancora per serietà e qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *