Il trittico del Beato Angelico torna a Palazzo Corsini

Il capolavoro realizzato dal Beato Angelico intorno alla metà del XV secolo, torna a Palazzo Corsini, sede della Galleria Nazionale d’Arte Antica, dopo essere stato oggetto di un restauro durato circa un anno e mezzo.

Il dipinto su tavola, in cui sono raffigurati l’Ascensione, il Giudizio Universale e la Pentecoste, entrò a far parte della Collezione Corsini nel XVIII secolo, come dono per il cardinale Lorenzo Corsini, futuro Papa Clemente XII.

L’opera è stata restaurata grazie ad un contributo di 10 mila euro del Comitato Nazionale per i 550 anni della morte del Beato Angelico, presieduto da Alessandro Zuccari, e a una donazione di circa 15 mila euro da parte della Fondazione Città Italia, presieduta da Alain Elkann.

L’intervento, condotto dalla restauratrice Elisabetta Zatti, con la collaborazione di Bernadette Ventura, è stato conservativo ma è stata anche eseguita una pulitura del delicatissimo strato
pittorico e sono stati rimossi deturpanti rifacimenti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *