Anticipazione: Premio Viareggio-Repaci 2012

Oggi, 7 settebre 2012 alle 21:00 avrà inizio la cerimonia conclusiva dell’83/esimo Premio Viareggio-Repaci che si svolge a Viareggio, presso il Centro Congressi Principe di Piemonte. La giuria presieduta da Simona Costa procederà nel corso della stessa serata a votare i vincitori per la Narrativa, la Poesia e la Saggistica.

Sempre stasera verrà consegnato il Premio Internazionale Viareggio-Repaci 2012 che la Giuria ha deliberato all’unanimità di assegnare a Luciano Gallino (nella foto) “per la lucidità – si spiega in una nota – la coerenza e l’originalità di una riflessione politica, economica e sociologica, dispiegata nell’arco di più di mezzo secolo in una serie memorabile di libri, saggi e articoli, che trova oggi una esemplare ricapitolazione nel libro-intervista, curato da Paola Borgna, La lotta di classe dopo la lotta di classe, edito da Laterza. Della sua passione civile e dell’altezza di una testimonianza che è insieme scientifica e politica, italiana e sovranazionale, la Giuria del premio Viareggio-Repaci ha inteso dunque dargli atto con profonda simpatia e ammirazione”.

Prima del voto conclusivo saranno premiati con il Premio Giuria Viareggio di duemila euro tutti e nove i finalisti delle tre sezioni.

Per la narrativa i finalisti sono Antonia Arslan, Il libro di Mush (Skira), Nicola Gardini, Le parole perdute di Amelia Lynd (Feltrinelli) e Giovanni Greco, Malacrianza (Nutrimenti).

Per la poesia: Sauro Albisani, La valle delle visioni (Passigli), Antonella Anedda, Salva con nome (Mondadori) e Nino De Vita, mini (Mesogea editrice).

Per la saggistica: Pietro Boragina, Vita di Giorgio Labò (Aragno), Anna Levi, Storia della biblioteca dei miei ragazzi (Bibliografia e Informazione) e Franco Lo Piparo, I due carceri di Gramsci (Donzelli).

Dopo la prima premiazione, tra i nove finalisti saranno proclamati in diretta i tre vincitori dell’83esimo Premio Viareggio-Repaci per le tre sezioni di Narrativa-Poesia-Saggistica. Anche questo premio dispone di una borsa di duemila euro pro capite.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *