Antonella Anedda vince il Premio Viareggio-Repaci 2012

E’ Antonella Anedda (nella foto) con  “Salva con nome” Mondadori, 2012 la supervincitrice per la sezione Poesia del Premio per Viareggio-Repaci 2012.

Cliccando qui potrete leggere la recensione di Luigia Sorrentino a “Salva con nome” di Antonella Anedda, una delle opere più significative della sua lunga produzione poetica.

Per la sezione Narrativa, il supervencitore è Nicola Gardini con ‘Le parole perdute di Amelia Lynd’ (Feltrinelli). Per la Saggistica, Franco Lo Piparo con ‘I due carceri di Gramsci’ (Donzelli).
I vincitori sono stati proclamati ‘in diretta’, nel corso della cerimonia svoltasi a Viareggio alla presenza di tutti e nove i finalisti del premio, una novità rispetto alle passate edizioni. La giuria, presieduta da Simona Costa, ha votato nel corso della stessa serata.
A tutti e nove i finalisti è stato assegnato il premio Giuria Viareggio. Premiato nel corso della serata Luciano Gallino, con il premio internazionale Viareggio-Repaci 2012.
Per maggiori e più dettagliate informazioni sui vincitori si rinvia all’home page del sito del Premio Viareggio- Repaci cliccando qui.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. È bello quando un riconoscimento di questo spessore viene condiviso da tanti appassionati e “tecnici” di poesia; il Premio Viareggio ad Antonella Anedda è una sottolineatura della sua capacità di esplorazione continua,spinta da un’energia straordinaria della scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *