Padova, al San Gaetano i grandi della grafica

Appuntamento

“Voci di Corridoio: Grafica 900” è il titolo della prossima importante mostra (dal 18 gennaio al 7 febbraio 2013) che sarà ospitata al polo culturale San Gaetano di via Altinate, a Padova. Proporrà un pezzo di storia dell’arte contemporanea vista non dall’angolazione della pittura, ma da quella della grafica: cioè l’incisione, la litografica e le altre tecniche di riproduzione artigianale dell’immagine che hanno dato agli artisti la duplice opportunità di aumentare la diffusione del loro lavoro, da un lato, e dall’altro di poter esprimere un riflesso differente dell’arte, dal quale emergono la matrice segnica e tutte le sue suggestioni peculiari.

Organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Padova in collaborazione con Maco Arte, la rassegna – curata da Mattia Munari – verrà inaugurata giovedì 17 gennaio (ore 18.30) al primo piano del Centro culturale Altinate San Gaetano.

Propone un percorso nella storia dell’arte contemporanea attraverso l’opera grafica dei suoi principali protagonisti. Le circa 30 opere esposte portano le firme, tra gli altri, di Enrico Baj, Alberto Burri, Massimo Campigli, Giuseppe Capogrossi, Enrico Castellani, Marc Chagall, Christo, Felice Casorati, Maurice De Vlaminck, Piero Dorazio, Max Ernst, Lucio Fontana, Hans Hartung, Roy Lichtenstein, Marino Marini, Henri Matisse, Joan Mirò, Pablo Picasso.

(Nella foto sopra un’opera di grafica di Alberto Burri).

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Quante cose si fanno in Italia ora! Quand’io ero studentessa a Ca’Foscari tutti i teatri erano chiusi, il conservatorio Benedetto Marcello agonizzante… John Cage ci venne una volta…forse una decina ad ascoltarlo; alla Fenice solo stranieri e poi c’era il pittore Mario De Luigi ed Erza Pound che ci amavano… noi giovani pieni di energia e loro ormai in un mondo da loro stessi creato in cui si sentivano ad agio. Noi avevamo tutto da scoprire… per questo siamo partiti lontano con la loro benedizione. A volte mi ritorna l’eco dei miei passi sulla pietra dura nella citta’ deserta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *