Paola Lucarini, “Per visione d’anima”

Letture
a cura di Luigia Sorrentino

“Per visione d’anima” di Paola Lucarini, Giuliano Ladolfi Editore 2013, (euro 12,00) è un libro che mostra l’impronta di una realtà terrena perennemente rivolta verso la luce. Nei versi contenuti nella raccolta la poetessa abbraccia e si lascia abbracciare “dall’azzurrità divina” dell’essere al mondo come presenza sacra. Il cuore è un giardino celeste, che contiene tutto il creato sostenuto dall’invisibile. La sua è una voce che conosce la lingua del vento, le mani d’ombra di una vita mite e selvaggia, inesauribile. Una poesia che si fa preghiera, canto, abbandono, ma anche profumo di vertigine. La Lucarini, come un cane da guardia, sorveglia il suo unico bene: una montagna di luce e si accantuccia in un posto caldo. Perché siamo corpi dissanguati. Abbiamo mani vuote che ricevono doni di pienezza.
(Luigia Sorrentino)

Comunità del cuore di Maria

La strana straordinaria emozione
nel  vederti inginocchiato in preghiera
bianca figura nell’orto degli ulivi,
dice che un tempo abbiamo già vissuto
questa ora insieme

forse ero un’argentea foglia,
un minuscolo sasso, un filo d’erba,
una farfalla o il cane che ti passa
accanto nel suo moto fugace
mentre tu l’eternità contempli

ma questa scarsa memoria
è anch’essa eterna, come noi,
in grazia di te lo siamo.

*

Da quanti amori è stata bagnata
la mia terra? da molti,
eppure non uno rimane

ma l’amore primo nella vita
questo sì perdura – nel sangue
stessa energia magia della natura

sto immobile pecora
nel cerchio d’ombra
indomito cavallo in fuga nel sole

cuore mite e selvaggio,
tutto ancora possibile
nell’avventura di me, inesauribile.

*

La neve nasconde
l’intimo tepore delle zolle
terra che in altra stagione
deve fiorire

Velarsi per svelarsi
qui pulsa il cuore segreto
della rivelazione.

da: “Per visione d’anima” di Paola Lucherini

Paola Lucarini vive a Firenze. E’ poetessa, critico letterario e Cooperatrice culturale.
E’ Presidente dell’Associazione culturale “Sguardo e Sogno”, membro direttivo del “Pen Club Italiano”, dell’Associazione “Segni e Tempi” e dell’Unione Cattolica Artisti Italiani.
Opere in poesia: “Seme di ulivo” Città di vita, 1981; “Dei fuochi la vita ardente”, Hellas, 1983; “Fiori dallo stagno d’inchiostro”, Lacaita, 1985; “Dal rogo al melograno”, Hellas 1989, Passigli, 1992; “Vita inconoscibile tu infiori”, Tacchi, 1992; “La parola verso il segno il segno verso la parola”, Libro d’arte, 1993; “La casa dei quattro eventi”, Nuova compagnia editrice, 1994; “Il pozzo la rocca”, Cantagalli, 1996; “Un cuore cucciolo”, (Racconto in versi in edizione d’arte), Morgana 2001; “Alla vita”, Masso delle Fate, 2007.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *