Rachel Slade & Antonella Anedda

 

 

notti-di-pace-occidentaleUn poeta legge un poeta
a cura di
Luigia Sorrentino

___

“Ho scelto questa poesia di Antonella Anedda per l’atmosfera e le immagini che suscita. Nel contesto di audio / visivo, abbiamo voluto presentare la creazione di una nuova esperienza visionaria delle parole evocate dalla poesia.”

Rachel Slade

 

 

 

 

 

 

 

 

In una stessa terra

 

Se ho scritto è per pensiero
perché ero in pensiero per la vita
per gli esseri felici
stretti nell’ombra della sera
per la sera che di colpo crollava sulle nuche.
Scrivevo per la pietà del buio
per ogni creatura che indietreggia
con la schiena premuta a una ringhiera
per l’attesa marina – senza grido – infinita.
Scrivi, dico a me stessa
e scrivo io per avanzare più sola nell’enigma
perché gli occhi mi allarmano
e mio è il silenzio dei passi, mia la luce deserta
– da brughiera –
sulla terra del viale.
Scrivi perché nulla è difeso e la parola bosco
trema più fragile del bosco, senza rami né uccelli
perché solo il coraggio può scavare
in alto la pazienza
fino a togliere peso
al peso nero del prato.

 

Da  “Notti di pace occidentale”, di Antonella Anedda, Donzelli, 1999

____

Rachel Slade (nata a Putnam, CT) è un’artista americana che vive in Italia (Maniago, Pordenone). Oltre all’attività artistica si occupa anche di editoria collaborando con la casa editrice pordenonese Samuele Editore in qualità di referente per l’estero. Di giugno 2013 la presentazione del volume Nel santuario dell’inglese Patrick Williamson, presentazione fatta presso il Caffè Letterario di Pordenone ed eseguita in italiano e inglese a sua cura. Nel 2014 sempre per Samuele Editore ha assunto la curatela del volume International Poetry Publishing House, libro di presentazione della casa editrice al mercato americano in occasione del New York City Poetry Festival. In riferimento al Festival di New York il blog Poesia, di Luigia Sorrentino sul sito di RAINEWS ha pubblicato un suo reportage di viaggio. A fine agosto 2014 propone una sua Mostra Personale, Citizen Ship, presso l’antica Villa Corrier Dolfin di Porcia (Pn) all’interno del Festival artistico-letterario VerdArti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

  1. Cara Rachel Slade, trovo molto buona la proposta poetica che suggerisci e te ne ringrazio. Non immaginavo che tu abitassi in Friuli, di confine col Veneto dove vivo con mia moglie Edy a Cazzago di Pianiga, sulla riviera del Brenta. Dopo tanti libri miei di poesia ed immagino che anche i tuoi non siano pochi, quest’anno ho pubblicato un libro di racconti “Nella galassia della vita” che ho presentato a Torino, al Salone Internazionale del libro. Bene detto questo e, augurandomi di conoscerti di persona quanto prima, ti invio i miei migliori saluti, tuo Massimo Palladino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *