Addio a Rino Zurzolo

 

(ANSA) – NAPOLI, 30 APRILE – Morto a Napoli Rino Zurzolo, il contrabbasso di Pino Daniele

Rino Zurzolo,  il più dotato contrabbassista italiano, avrebbe compiuto a giugno 59 anni. Proveniente da una famiglia di musicisti, (il fratello Marco è un noto sassofonista, la sorella Francesca è una cantante), iniziò la carriera a soli tredici anni, quando fu reclutato in un gruppo di nuova formazione, i Batracomiomachia. Lì venne a contatto con altri ragazzi napoletani che facevano musica: formò un complesso con Enzo Avitabile, Rosario Jermano, Paolo Raffone e Pino Daniele. L’esperienza gli servì anche per entrare nell’ambiente musicale partenopeo, in cui spiccavano in quel periodo Edoardo Bennato, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Corrado Rustici, gli Osanna e Napoli Centrale. La notorietà arrivò nel 1977,  quando incise ‘Terra mia’, fortunatissimo album d’esordio di Pino Daniele, con il quale collaborò anche successivamente. C’era anche lui tra i musicisti che suonarono allo storico concerto del 19 settembre 1981 a Piazza del Plebiscito a Napoli, “Nero a metà”, con Pino Daniele, James Senese, Tullio De Piscopo, Tony Esposito e Joe Amoruso davanti a un pubblico di 200 mila persone. In seguito lavorò da solista e accanto a grandi nomi della scena musicale italiana e internazionale soprattutto nel campo del jazz. Successivamente si riunì di nuovo a Pino Daniele e agli altri membri della storica band per la tournée e il disco live del 2008.

Su Facebook Enzo Avitabile, che con Rino ha condiviso tantissime esperienze musicali e di vita, ha scritto un messaggio all’amico scomparso: “Ti voglio bene fratello, sei stato e resterai grande. Grazie per tutto quello che hai dato a noi e alla musica. Ogni volta che le corde di un contrabbasso vibreranno, pronunceranno nella nostra anima un nome: Rino Zurzolo, sempre e per sempre.”

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *