Paolo Gioli, “Anthropolaroid”

Paolo Gioli, Torace, 2007, Polaroid 20×24 and Polaroid transfer print on silk, 21¾ x 27½ in. (55.5 x 70 cm)(artwork © Paolo Gioli)

 

L’artista italiano Paolo Gioli si occupa da tempo del corpo umano. Come i suoi film sperimentali, i suoi transfer da Polaroid rappresentano il corpo e i suoi frammenti come mezzo per esaminare la storia e le fondamenta teoriche della fotografia, così come il dialogo di questa con il cinema, la tipografia, la scultura e la pittura. La mostra illustra non solo il virtuosismo tecnico dell’artista, ma anche le sue profonde riflessioni sulla forma umana e sul corpo politico fratturato.

In occasione dell’inaugurazione, Gioli parlerà della sua opera in conversazione con Roberta Valtorta, critico e storico della fotografia. Parleranno delle rappresentazioni del corpo umano realizzate da Gioli, il suo dialogo contemporaneo con l’antichità classica e l’approccio sperimentale al materiale Polaroid.

Paolo Gioli, Anthropolaroid è curata da Peter Benson Miller, Andrew Heiskell Arts Director all’American Academy in Rome. Gioli è “Richard Grubman and Caroline Mortimer Photographer in Residence” all’American Academy in Rome per l’a.a. 2018–19.

 

Mostra
Paolo Gioli, Anthropolaroid

Roma
giovedì 11 ottobre 2018 
ore 18.00 Conversazione tra Paolo Gioli e Roberta Valtorta 
ore 19.00–21.00 Inaugurazione della mostra 
Via Angelo Masina, 5 

In mostra dal 12 ottobre al 9 dicembre 2018, venerdì, sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00.

Condividi
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *