Al Castello di Duino la poesia e i giovani

Appuntamento

Trieste capitale della poesia e dei giovani: nell’ambito delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’UNESCO, giovani poeti di tutto il mondo si riuniscono nel capoluogo giuliano per la premiazione di uno dei più importanti premi letterari riservati agli under 30, che assegna al vincitore assoluto la medaglia del Presidente della Repubblica. (Nella foto un momento della premiazione del 2012). La cerimonia di premiazione si inserisce nella settimana del “Festival di Primavera”: dal 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’UNESCO, al 6 aprile una ricca serie di eventi animeranno Trieste e il suo territorio.

Un ricco programma con reading, workshop sulla traduzione, performance teatrali, itinerari turistico-letterari e una mostra fotografica; inoltre approfondimenti sull’associazionismo giovanile in collaborazione con l’European Youth Forum e il Forum Nazionale dei Giovani.

Padrini della manifestazione i poeti Tozan Alkan (Turchia) e Boris A. Novak (Slovenia).


“Il futuro… un luogo nel mondo” è il tema dell’edizione 2013 del Concorso Internazionale di Poesia “Castello di Duino”, che da nove anni appassiona e coinvolge giovani autori di tutto il mondo.

È uno dei premi letterari riservati agli under 30 più noti e prestigiosi: sin dalla nascita è stato patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e ha ottenuto riconoscimenti importanti a livello nazionale e internazionale, quali l’adesione del Presidente della Repubblica (la cui medaglia premia il vincitore assoluto), il patrocinio del Ministero degli Esteri, la collaborazione dei Ministeri della Pubblica Istruzione e dei Beni e delle Attività culturali, della rete diplomatica, oltre al supporto delle istituzioni locali (Regione FVG, Provincia di Trieste, Comune di Trieste, Camera di Commercio e Università degli Studi di Trieste).

Promosso dall’Associazione Poesia e Solidarietà, il concorso si ispira all’idea che la cura del “linguaggio” sia veicolo di conoscenza e di solidarietà interpersonale, intergenerazionale e interculturale.

Negli ultimi anni è molto cresciuto, oltre che nei numeri (negli anni ha coinvolto più di 8000 giovani provenienti da 90 paesi), inserendosi in un più ampio e complesso progetto di promozione della cultura giovanile, nei suoi diversi valori e codici espressivi, che si sta sviluppando a Trieste e sulla cui scia è nato il Centro Internazionale di Studi e Documentazione per la cultura giovanile, recentemente costituito presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’ateneo giuliano.

Viene comunque rigorosamente garantita la qualità letteraria del premio: una giuria di altissimo profilo, composta di docenti universitari, critici letterari e poeti, valuta tutte le poesie nella lingua madre degli autori.
Alle tre sezioni principali – “poesia inedita”, “teatro” e “progetto scuola” – si aggiunge una graduatoria speciale per i giovanissimi “under 16”.

Tutti i testi selezionati vengono raccolti in un volume edito dalla Ibiskos Editrice Risolo, sponsor del concorso (il volume è bilingue, in italiano e in inglese, e contiene anche un dvd con la registrazione dei testi in lingua originale).

Per volontà della Presidente di Poesia e Solidarietà, Gabriella Valera Gruber, e della titolare della casa editrice, Antonietta Risolo, il ricavato della pubblicazione viene interamente devoluto alla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, a sostegno dei bambini vittime delle guerre.

L’attenzione al sociale coinvolge anche i giovani vincitori che si impegnano a devolvere una parte del loro premio a progetti di solidarietà.

Illustri autori hanno fatto da testimonial alle varie edizioni della manifestazione (ricordiamo fra gli altri Boris Pahor, Dieter Schlesak, Tonko Maroević e Arben Dedja), quest’anno parteciperanno, in qualità di padrini dei giovani poeti ma anche con letture delle proprie opere, i poeti Tozan Alkan (Turchia) e Boris A. Novak (Slovenia).

Novità della IX edizione saranno la diretta streaming di vari eventi in programma (link dalla home del sito www.castellodiduinopoesia.org) e il lancio dell’hashtag #duinopoesia su Twitter.
“Stiamo con i giovani e parliamo di futuro, non potevamo proprio non metterci al passo con i tempi – spiega Valera Gruber – in questo modo tutti i partecipanti che non riescono a essere fisicamente presenti a Trieste possono intervenire almeno virtualmente, così come i vincitori delle edizioni passate che ci seguono sempre con affetto e interesse. È molto importante per noi diffondere a larga scala il progetto e i suoi valori, e far sì che anche chi non è presente possa confrontarsi con culture ed esperienze diverse”.

II 21 marzo la mattinata dedicata alle scuole, con libere letture e animazioni a cura degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori provenienti da tutta Italia e da diversi paesi europei. La manifestazione rientra fra le iniziative promosse per celebrare la Giornata internazionale della Poesia UNESCO.

Il 22 marzo nel tradizionale workshop “Tradurre: nell’officina del traduttore poeta” si approfondiranno gli aspetti della traduzione poetica. Organizzato in collaborazione con l’Università del Litorale di Capodistria, la Scuola Superiore di Lingue per Interpreti e Traduttori e la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, avrà come relatori Liljiana Avirovich, Claudia Azzola, Tozan Alkan e Boris Novak.

Nella stessa giornata, al pomeriggio, l’inaugurazione della mostra fotografica “Il futuro… un luogo nel mondo” con la selezione degli scatti inviati da tutto il mondo dai giovani partecipanti il concorso, commentati didascalicamente dai loro stessi versi; inoltre “Dialoghi con la poesia” un reading internazionale di giovani poeti.

Il 23 marzo al mattino il dibattito con i ragazzi dell’European Youth Forum, del Forum Nazionale dei Giovani e della Consulta giovanile del Comune di Trieste.
Al pomeriggio, allo storico Caffè San Marco, lettura scenica dei testi premiati nella sezione teatrale, a cura della Compagnia “Teatro Ragazzi” della Contrada, e reading dei poeti Tozan Alkan e Boris A. Novak.

Nella mattinata di domenica 24 marzo percorsi turistico-letterari nella città e nella provincia di Trieste; al pomeriggio la cerimonia di premiazione al Castello di Duino, con la consegna della medaglia del Presidente della Repubblica al primo premio assoluto, per mano dei poeti padrini della manifestazione.

Dal 26 marzo al 6 aprile, presso la Sala Giubileo a Trieste, sarà aperta la mostra fotografica con la possibilità di visite guidate su richiesta.

Tutti gli eventi sono aperti al pubblico.
Per assistere alla cerimonia di premiazione al Castello di Duino è necessario accreditarsi telefonando al n. 040 638787.

Ulteriori informazioni:
www.castellodiduinopoesia.org

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *