Giampiero Mughini, Una casa romana racconta

Appuntamento

Mostra / evento alla Casa del Manzoni, 23-24 novembre 2013 (dalle ore 10.00-18.00).

Inaugurazione venerdì 22 novembre 2013 alle 17.00.

Alle 18.00 Giampiero Mughini presenterà il suo ultimo libro, “Una casa romana racconta”, Libri donne amici perduti, le tracce di una vita (Bompiani 2013). Per l’occasione saranno eccezionalmenteesposte, per soli tre giorni, cinquantuno opere rare della collezione dell’autore: tra libri, riviste e altri straordinari reperti, l’affascinate biografia cartacea raccontata nel libro. La tesi di laurea in filologia romanza di Luigi Pirandello, Laute und Lautentwicklung der Mundart von Girgenti, discussa in tedesco a Bonn nel 1891 e pubblicata lo stesso anno; la rarissima opera prima di Italo Svevo, Una vita (1892), introvabile nella sua copertina originale in brossura; la raffinata edizione del 1923 del Porto sepolto di Giuseppe Ungaretti, stampata su carta grande con i fregi xilografici di Francesco Gamba, una copia dedicata dall’autore al maestro surrealista André Breton; le Nove liriche di Lucio Piccolo (1954), esordio in sole sessanta copie tutte regalate e dedicate dal poeta e oggi libro-sogno del collezionismo; la serie completa di Permanet Food (1995-2011), la provocatoria rivista di Maurizio Cattelan, nella tiratura limitatissima con interventi manuali dell’artista. Tanti sono i nomi, da Pascoli a Marinetti, da Munari a Sottsass, da De Dominicis a Savinio, da Lucentini a Calasso: di ogni nome una rarità, un libro ‘strano’, un’angolazione inedita, per un percorso atipico nel Novecento italiano.

Il libro Una casa romana racconta di Giampiero Mughini sarà disponibile in anteprima assoluta durante l’evento.


Venerdì 22 novembre 2013, alle 17.00 Cinquantuno libri raccontano un secolo di cultura italiana. In occasione dell’uscita del nuovo libro di Giampiero Mughini Una casa romana racconta Bompiani
2013. Sarà presente l’autore.

Casa del Manzoni
Via Gerolamo Morone 1, Milano

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *