Una poesia di Francesco Palmieri

 

studi_liriciSono stato tutto il giorno
dall’altra parte della luna

nascosto

perché non si vedesse
la mia faccia pallida
il volto contratto dalle spine

e nel cuore
giusto in mezzo al cuore

lo squarco lasciato dal tuo nome
appena l’hai strappato
per andare via.

Da “Studi lirici” (Solo parole d’amore) di Francesco Palmieri, Edizioni La Vita Felice, 2012

____

Francesco Palmieri è nato ad Altamura (Bari) nel 1953. E’ docente di materie letterarie e vive nell’hinterland milanese. “Studi lirici” è la sua prima opera edita.

Franco Marcoaldi, “La trappola”

franco_marcoaldi_hC’è sempre un momento, nella ricerca poetica di Marcoaldi, in cui un’esperienza intensamente personale scivola in un destino collettivo cui cerchiamo invano di sottrarci. Questa incapacità, o inadempienza, è il motivo di fondo della sua poesia. Come uccelli in gabbia, o insetti chiusi in una bottiglia, battiamo contro un vetro invisibile, ricadendo all’ indietro – fin quando ritroviamo le forze per un nuovo tentativo, anch’esso inevitabilmente frustrato. Se nelle due raccolte poetiche precedenti si trattava del filo avvolgente del tempo e della separazione dalla nostra origine animale, ne La trappola questa necessità infrangibile attiene alla cattura della vita in una serie di dispositivi che la opprimono. Essi – «tagliole», «ordigni», «arnesi» e appunto «trappole» – sono costrizioni di ordine vario, di tipo sociale, tecnico, psicologico, che impediscono di aderire liberamente al flusso dell’esperienza naturale. Continua a leggere