Arte e Poesia, “Animalidiversi”

Arte e Poesia
a cura di Luigia Sorrentino

E’ in corso a Milano ANIMALIDIVERSI,  un progetto espositivo curato da Eloisa Guarracino, che nasce dalla raccolta di un fondo manoscritti incentrato sul tema degli animali, filtrato attraverso lo sguardo dei poeti. Da ogni continente, innumerevoli autori hanno inviato un proprio testo manoscritto sul tema dell’animale, argomento che si inscrive nella lunga scia di una ricerca che indaga la relazione fra le specie.
Il titolo, attraverso il suo gioco di parole, intende mettere in risalto le diverse componenti del progetto, ossia la congiuntura e la collaborazione fra significante e significato, la possibilità di un investimento sensoriale e una fruizione del testo a largo spettro (considerato nelle sue implicazioni grafiche e visuali, che lasciano emergere il lato “caratteriale” e quello più creativo della scrittura), la somiglianza fra la traccia istintuale della composizione scritta con l’orma dell’animale, così come sembra suggerire l’ambivalenza di “Versi”.

Non a caso l’animale è l’argomento comune a ogni poeta, al di là delle diversificazioni linguistiche.
L’idea di sviluppare questo tema è nata dallo spunto offerto da una mostra dedicata al “Bestiario Lombardo”, allestita presso l’Archivio Dedalus, qualche anno addietro. Tale spunto si è sviluppato e concretizzato poi in direzione della tematica dell’animale all’interno di uno spazio, quello del manoscritto, che vede nell’impronta della scrittura, nel suo gesto esplicitamente creativo, una possibile somiglianza con l’orma stessa dell’animale. È nata da qui l’idea della costituzione di un fondo, che col tempo è andato componendosi di sempre più numerose e svariate testimonianze testuali e “grafiche”, confluite nell’antologia “Animalidiversi”, pubblicata per i tipi delle Edizioni Nomos, oltre che in “Alfabeto Animale”, edito dalla Fondazione Zanetto.

Il fondo manoscritti, raccolto a partire dalla fine del 2009, a tutt’oggi è costituito all’incirca da trecento testi e consiste in una serie di scritti autografi appartenenti a poeti italiani e stranieri contemporanei, fra i quali numerosi nomi illustri, quali: Wislawa Szymborska (Premio Nobel per la Letteratura, 1996), Yves Bonnefoy, Edoardo Sanguineti, Guido Ceronetti, Franco Loi, Maria Luisa Spaziani, Willem Van Toorn, Géza Szöcs, Tahar Ben Jelloun, Jaques Dupin, Ruth Fainlight, Vivian Lamarque, Maurizio Cucchi, Fuad Rifka, Zhai Yongming, Bracha Seri, Mukul Dahal.

Molti di questi saranno esposti in occasione della mostra presso il foyer di Spazio Oberdan, che, parallelamente, si arricchisce del contributo dell’artista Manuela Bertoli, pittrice e scultrice, proposto dalla Galleria “L’Affiche” di Milano. Le sue opere, tele giganti e sculture, alcune delle quali veri oggetti di design, rappresentano un ironico colloquio, quasi un commento, con i fogli di poesie. Soggetto dell’artista è l’animale, rivisitato nelle sue funzioni e identità trasformando di volta in volta una vipera in un “Calovipero”, una giraffa in una “Girasedia” e così via. Si tratta, come si vede, di una veste per così dire casalinga, domestica, o meglio ancora intimistica, non diversamente dai versi vergati di proprio pugno dagli autori.
È su questa similarità non solo del tema ma dell’attitudine di fronte al soggetto che si fonda l’idea di far incrociare la figura dell’animale con il mondo degli uomini, proprio come accade nei testi poetici (l'”animalizzazione” dell’oggetto di casa, così come della scrittura poetica, o viceversa, a seconda delle letture, l'”umanizzazione” dell’animale).

In occasione della vernice dell’esposizione, viene inoltre presentata al pubblico l’antologia “Animalidiversi” edita da Nomos Edizioni.

Interverranno, oltre alla curatrice, Marisa Ferrario Denna, responsabile della collana Nomos “Poesia Contemporanea”, lo psicanalista Giancarlo Ricci, lo scrittore Ambrogio Borsani e i poeti Giulia Niccolai, Tomaso Kemeny, Jean Poncet e Andrè Ughetto.

La mostra “ANIMALIDIVERSI” è a cura du Eloisa Guarracino e promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura.


Foyer di Spazio Oberdan
Viale Vittorio Veneto 2, Milano
dal 26 ottobre al 6 novembre 2011
orari da lunedì a domenica 10-20
inaugurazione 25 ottobre 2011, ore 18.30
ingresso libero

Per informazioni :

www.provincia.milano.it/cultura
www.nomosedizioni.it

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *